Saint-Gobain si impegna nello sviluppo di soluzioni che permettono di pensare e di realizzare edifici in base alle diverse destinazioni d’uso, nel rispetto del comfort e nella tutela dell’ambiente.

Nel tempo, la nostra necessità di protezione nel vivere in ambienti interni si è trasformata in “habitat” sempre più confortevoli e si sono affiancate nuove esigenze di benessere e di agio psico-fisico.
Saint-Gobain si impegna nello sviluppo di soluzioni che permettono di pensare e di realizzare edifici in base alle diverse destinazioni d’uso, nel rispetto del comfort e nella tutela dell’ambiente.

COMFORT TERMICO

L’involucro dell’edificio agisce come filtro tra l’interno e l’esterno ed è divenuto nel tempo sempre più sofisticato: progettarlo affinché sia efficiente è un must perché l’utilizzatore possa sentirsi bene sia in inverno, sia in estate (COMFORT TERMICO), con un investimento minimo e duraturo che si paga nel breve periodo e permette risparmi di gestione degli impianti di riscaldamento e di raffrescamento.

Qualche esempio? Sistemi a cappotto, isolamento interno, senza dimenticare le vetrate isolanti, realizzate con vetri innovativi ad alte prestazioni.

COMFORT ACUSTICO

La densificazione urbana, nonché la quantità di fonti sonore alle quali siamo quotidianamente esposti hanno cambiato drammaticamente il nostro “habitat sonoro”. Un ambiente acusticamente confortevole è dato dalla presenza di suoni graditi e dall’assenza di suoni sgraditi e non desiderati. Essere in grado di produrre suoni senza infastidire gli altri…anche questo è comfort acustico!

Uno studio F.I.V.R.A.* dimostra che il rumore è una delle maggiori cause di patologie e stress.

Qualche esempio? Controsoffitti e pannelli fonoassorbenti a muro, lana di vetro per isolare le pareti perimetrali e interne ma anche feltri per l’isolamento del pavimento e vetri ad alto isolamento acustico.

*Fabbriche Isolanti Vetro e Roccia Associate

COMFORT VISIVO

Negli ultimi anni, le nostre vite sono radicalmente cambiate sia in termini di design degli edifici, sia da un punto di vista di illuminazione interna. Sebbene siamo in grado di fornire una luminosità artificiale adeguata sia di giorno, sia di notte è dimostrato che la luce naturale è fondamentale per il nostro benessere e il nostro rendimento. Il giusto equilibrio tra luce naturale e luce artificiale è la soluzione migliore per garantire comfort, efficienza e buona salute.

Un esempio? La corretta scelta di vetri che abbiano sì un buon controllo solare e una bassa emissività (comfort termico ed efficienza energetica), ma che abbiano anche una valida trasmissione luminosa, che garantisca la corretta illuminazione degli ambienti.

QUALITÀ DELL’ARIA INTERNA

Sappiamo, ormai da anni, come l’inquinamento esterno possa influire negativamente sulla salute dell’uomo e dell’ambiente, ma è soltanto più di recente che si è iniziato a porre l’attenzione sulla qualità dell’aria interna (INDOOR AIR QUALITY).

Trascorriamo il 90% del nostro tempo in ambienti confinati: casa, ufficio, scuola, palestra.. senza rendercene conto, respiriamo quantità elevate di sostanze inquinanti, fino a 5 volte superiori all’esterno. La qualità dell’aria “indoor” è influenzata da molteplici fattori inquinanti, la maggior parte dei quali sono i VOC (Composti Organici Volatili). Le fonti di questi inquinanti, in particolare della formaldeide, sono da ricercarsi nel fumo di tabacco, nei prodotti per la pulizia, negli apparecchi a combustione e in alcuni materiali da costruzione. E’ importante nella progettazione e nella realizzazione degli spazi interni, tener conto di questi fattori inquinanti per poter preservare la salute degli occupanti.

Alcuni esempi? Scegliere la lana di vetro che non emette formaldeide, la pittura che non contiene VOC e lastre di cartongesso o intonaci che sono in grado di neutralizzare, con una reazione chimica non reversibile, fino all’80% della formaldeide contenuta negli ambienti.