PARTE DALLO STABILIMENTO DI SAINT-GOBAIN GLASS IL PROGETTO WELCOME TO PISA FESTIVAL

Una delle pareti perimetrali sarà decorata dall’artista statunitense Gaia

Al via i lavori per la realizzazione di “Re-Nasci” di Gaia, la prima delle opere murarie che saranno realizzate nell’ambito del «Welcome to Pisa Festival», oggi alla sua prima edizione. A ospitare il murale dell’artista statunitense sarà la parete esterna dello storico stabilimento di Porta a Mare di Saint-Gobain Glass, creato nel lontano 1889.

Con questa iniziativa si rinnova e si consolida il legame tra Saint-Gobain e la città di Pisa. Città che ha ospitato il primo insediamento industriale del Gruppo in Italia e che tutt’oggi è sede di un sito produttivo strategico, una vera eccellenza tecnologica in Europa nella produzione di vetro per edilizia ad alte prestazioni.

Saint-Gobain, il vetro, i dipendenti della fabbrica ed i personaggi che hanno segnato la storia del quartiere di Porta a Mare sullo sfondo del dolce paesaggio collinare toscano, tema prediletto dell’iconografia rinascimentale: sono questi i soggetti che saranno affrontati da Gaia all’interno della sua opera, che intende essere un vero e proprio omaggio all’Azienda, ai lavoratori e alla città da parte dell’artista.

“Nasci, una parola latina che è la radice sia di nazione che di rinascimento, è una riflessione sulla storia del lavoro in Italia e, per estensione dei secoli, nel mondo - racconta Gaia -. Poiché l’automazione diventa una realtà sempre più spaventosa e apparentemente in diretto conflitto con la Costituzione italiana, come cambierà il rapporto dell’umanità con il lavoro e la produttività? E sarà ancora garantito il lavoro a coloro che vivono in società che tradizionalmente lo acquisivano come per diritto di cittadinanza o nascita? Questi dilemmi sono presentati nell’allegorico stile del primo rinascimento e dalla bucolica pittura del paesaggio. Considerando che il muro è parte dalla storica fabbrica di Saint-Gobain Glass, il prefisso ‘Re-‘ è impiegato come quadro primario concettuale, al fine di incorporarne la storia e il futuro all’interno dell’opera”. 

Comunicato stampa