Prestazioni MULTICOMFORT di Habitat Lab

Prestazioni oltre ogni standard, per un comfort a 360°

Comfort termico ed efficienza energetica

L’involucro trasparente e l’involucro opaco raggiungono trasmittanze termiche U rispettivamente di 0,60 W/m2K (vetrata), 0,11 W/m2K (parete) e 0,09 W/m2K (tetto): queste prestazioni hanno permesso a Habitat Lab di essere certificato in Classe energetica A+ da Regione Lombardia (consumo energetico <1,1 kWh/m3a). L’impianto fotovoltaico sul tetto piano dell’edificio apporta il 17% del fabbisogno annuale di energia rinnovabile. Il risultato finale è un risparmio del 51% dei consumi energetici per riscaldamento, raffrescamento, illuminazione e acqua calda  rispetto a un edificio di riferimento modellizzato sugli standard minimi di legge.

Il risultato? Più comfort termico, più risparmio e meno inquinamento. Habitat Lab mantiene una temperatura interna piacevole ed uniforme in tutte le stagioni, utilizzando una quantità minima di energia. Habitat Lab è di fatto un edifico attivo, che consuma meno energia di quella che produce: anno dopo anno, il bilancio energetico di Habitat Lab è sempre positivo.

La superficie di foresta preservata in relazione alle minori emissioni di CO2 di Habitat Lab è pari a 5.5 ettari/anno.

 

Comfort acustico

Le soluzioni di isolamento utilizzate all’Habitat Lab, oltre all’efficienza energetica, consentono una perfetta protezione dai rumori esterni: l’involucro verticale opaco, costruito a secco, offre un eccezionale valore di isolamento acustico di facciata, misurato in opera: DnT,w 66 dB. Anche la facciata vetrata con tripli vetri offre una prestazione notevole: D2m,nT,w 45 dB. L'isolamento acustico tra un locale e un altro consente lo svolgimento di diverse attività interne in contemporanea senza interferenze reciproche: le pareti divisorie interne a secco hanno un potere fonoisolante in opera di R’nw 50 dB. Anche la correzione acustica è curata in ogni minimo dettaglio: ad esempio, nella sala riunioni la zona del palco è riverberante per garantire che la voce dell’oratore giunga chiara e facilmente intelligibile in tutti i punti della stanza. Invece il soffitto e la parete di fondo sono realizzati con prodotti fonoassorbenti per eliminare il brusio di fondo. 

Comfort visivo

All’Habitat Lab luce e vista naturali sono garantite dall’amplissima porzione di involucro trasparente. La facciata vetrata posta a Ovest è realizzata con tripli vetri a controllo solare (Fattore Solare g 0,25). Questa tecnologia permette di filtrare l’eccesso di calore del Sole, in questo modo Habitat Lab può avere luce tutto l’anno, riducendo fino al 75% il surriscaldamento estivo. La facciata vetrata della sala riunioni è realizzata con innovativi vetri elettrocromici (Trasmissione luminosa regolabile dal 63% al 2%; Fattore Solare g regolabile da 0,47 a 0,06): si tratta di vetri “attivi”, in grado di modificare l’intensità del colore e, quindi, la trasmissione luminosa (intensità di luce in entrata) garantendo al contempo isolamento termico e trasparenza. L’insieme delle soluzioni architettoniche e di scelta dei materiali permette al centro di avere il 95% delle superfici occupabili con visione diretta verso l’esterno e di garantire che oltre il 77% delle superfici beneficino di illuminazione naturale significativa.

Qualità dell’aria interna

La qualità ambientale interna è un valore fondamentale per Saint-Gobain, che trova completa espressione all'interno di Habitat Lab. I materiali utilizzati sono stati scelti per il bassissimo contenuto di VOC e la ventilazione meccanica controllata evita la formazione di muffe e batteri, contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria interna. Il fiore all’occhiello in tema di qualità dell’aria è la tecnologia Activ’Air® di Saint-Gobain Gyproc, che ha trovato ampio impiego sulle pareti interne e su alcuni controsoffitti del Centro: questa tecnologia è in grado di assorbire oltre il 70% della formaldeide presente nell’aria e di trasformarla in elementi inerti, consentendo quindi un netto miglioramento della qualità ambientale interna. Questa scelta, abbinata al monitoraggio della concentrazione della formaldeide nell’ambiente, ha permesso l’ottenimento di un punto LEED® come credito innovativo nella famiglia Innovation in Design (protocollo LEED® 2009 NC Italia).

Prestazioni monitorate nel tempo

Habitat Lab è controllato da un sistema domotico che consente di rilevare in tempo reale le prestazioni dell’edificio in termini di consumi, qualità abitativa degli ambienti, riduzione delle emissioni inquinanti. Ventisei punti di rilevamento all’interno del Centro rilevano i dati di consumo energetico (suddiviso tra le principali voci di consumo (condizionamento, ventilazione, illuminazione, forza motrice, etc.), produzione di energia fotovoltaica, concentrazione di formaldeide e CO2, temperatura e umidità interne, consumo di acqua calda sanitaria, ecc. I dati monitorati sono costantemente visibili su uno schermo dedicato all’interno del Centro.