Progettare il Comfort visivo

Il comfort visivo all’interno di un ambiente non dipende solo dalle finestre, ma anche dai materiali e dalle finiture interne

I FATTORI CHE INFLUENZANO IL COMFORT VISIVO


Per progettare ambienti visivamente confortevoli è necessario tenere in considerazione:

  • Disponibilità di luce naturale in quantità sufficiente
  • Distribuzione uniforme della luce
  • Buona combinazione di luce naturale e artificiale
  • Illuminazione adeguata all’attività
  • Capacità di eliminare l’abbaglio e i contrasti forti
  • Vista verso l’esterno
  • Spazio esteticamente piacevole


La progettazione dell’edificio e la scelta dei materiali ricoprono un ruolo decisivo: le dimensioni e la posizione delle aperture, l’orientamento della facciata, i dispositivi per la protezione solare e la riflessione della luce sulle superfici sono alcuni tra gli strumenti a disposizione del progettista per ottenere comfort visivo.

Scopri cos'è il comfort visivo e quali soluzioni utilizzare per progettarlo.
 

GLI ELEMENTI COSTRUTTIVI PER PROGETTARE COMFORT VISIVO


Le finestre di un edificio Multi Comfort sono dimensionate e orientate per migliorare la visuale verso l’esterno e la presenza di luce naturale, minimizzando l’abbagliamento e la necessità di luce artificiale. L’autonomia di luce diurna, ovvero la percentuale di tempo di utilizzo dell’edificio in cui esso è illuminato solamente con la luce naturale, è il parametro utilizzato per valutarne il comfort visivo e per stimare il risparmio di energia elettrica che sarebbe stata necessaria per l’illuminazione artificiale. Ad esempio, per le scuole il programma Multi Comfort prevede un’autonomia di luce diurna del 60%.

 

Approfondisci come progettare le altre dimensioni del Multi Comfort